Visite allo Studio… HARE KRISHNA

Da alcuni giorni sto ospitando un gatto abbandonato al mio Studio…
E’ arrivato una sera, tutto sporco e bagnato, lunghi baffi e lungo pelo rossiccio…: un altro Amos?
Amos è il nostro gatto di famiglia, invece, super coccolato, padrone di casa ormai.
Pioveva, molto freddo…e mi guardava dietro la porta vetrata.
Gli ho aperto e ha subito iniziato a fare le fusa e strofinarsi alle gambe.
Non avendo nulla da dargli da mangiare e vedendolo poco nutrito ho pensato di comprargli una scatoletta di carne: vicino allo Studio, nella piazza, c’è una piccola “botteguccia”…
Affamato ha divorato tutto in pochi minuti.
Questa mattina, mentre lavoravo dietro il mio computer, sempre qui allo Studio, è arrivato un tipo, barba lunga, molto trasandato e povero fuori, come il gattone…e aveva dei libri che voleva vendermi, su Hare Krishna…
Io molto titubante…ho cercato di fargli capire che io ho ancora da fare un lungo percorso nella mia visione della fede e che per me tutto passa attraverso una formazione fortemente filosofica della vita e del pensare.
Lui, molto calmo, mi fa: “tu sei una persona molto buona, te lo leggo sul viso”
Io sorrido…e mi chiedo come fa a pensarlo…
Così gli rispondo: “Forse è vero … ma non mi è servito esserlo…”
E lui mi fa: “Dio c’è e da lassù ci vede, ci aiuta e ci protegge”, spinto da una evidente volontà di convincermi, e lo dice così convinto che lo invidio di tanta sicurezza e fede (ma sarà poi così convinto?).
Ed io: “… purtroppo noi viviamo quà giù e quà Dio non ci può aiutare, quà dobbiamo ogni giorno lottare, sopportare, resistere…e non possiamo non farlo perchè dobbiamo vivere…”
E mentre così parliamo di soprannaturale squilla il mio cellulare e dopo inizia a squillare pure il mio secondo cellulare…
Alla fine comunque, in segno di amicizia, compro due dei libri che mi offre, già logori…: Vegetarianismo spirituale (Vita sana Pensiero elevato), e il secondo Sri Chaitanya Mahaprabhu, e mentre lui intasca i miei 10 euro io soppeso tra le mani  il contenuto di questi volumetti e penso alla fragilità umana: chissà chi di noi due voleva di più aiutare e capire l’altro…: io nel cercare di far capire che secondo me è una trappola cadere in certi sistemi mentali, lui nel cercare di farmi apprezzare con insistenza il suo modo di pensare e di vivere che mi sono accorta sta avendo molta diffusione e in tutte le fasce sociali.
Prima di andare via mi ha lasciato il suo bigliettino, invitandomi a partecipare ai loro incontri di meditazione e yoga, con pranzi vegetariani…: la Fattoria di Hare Krishna Sri Gauramandala…

Hare Krishna  Hare Krishna   Krishna  Krishna  Hare   Hare  Hare  Rama Hare  Rama  Rama  Rama Hare  Hare.

C’è qualcosa di soprannaturale nell’esistenza umana, qualcosa che definisce quello che chiamiamo “destino”…, che ci porta a fare certe scelte e non altre…che fa agire la nostra ragione e il nostro cuore…?

O siamo solo noi a decidere?

… piccola domandina…

Annunci