… In groppa al suo cavallo…

Oggi mi sono arrivate alcune mails dai miei studenti.
Non sono una docente di quelle che tiene i propri studenti a distanza, per me è sempre importante prima di tutto instaurare un rapporto di stima reciproca, questo responsabilizza molto i giovani automaticamente, che vogliono assolutamente ricambiare la considerazione ricevuta seguendo con impegno le lezioni, preparandosi con impegno agli esami per non deludermi, e per me che ho un ruolo di “prof” (come ti chiamano molti di loro!!!) è fondamentale anche trasmettere una serie di “valori” (anche se mi dicono che un docente universitario questo non dovrebbe farlo!): ho sempre avuto con tutti i miei allievi un rapporto magnifico, e i risultati che ricevo agli esami da loro e la loro grande e palese ammirazione nei miei confronti sono per me motivo di immensa soddisfazione (cosa che ho già detto in un altro post… mi pare! ma concedetemelo dinuovo oggi… mi fa stare un pò meglio ripensarlo…).
Così loro sanno che possono confrontarsi con me su molti argomenti anche non strettamente inerenti alla Storia dell’Architettura, che poi commentiamo anche a lezione, durante una breve pausa che faccio metodicamente per alleggerire il “peso” della lezione…

Questa mail che ho ricevuto mi ha fatto “ridere”… oggi che per me è stato un ennesimo giorno di disperazione… (eh si! anche la “prof” ha le sue disperazioni…)… e ho deciso di condividerla con gli amici che ho qui su Splinder… anche se forse il suo contenuto molti di voi lo conosceranno.

Ecco cosa diceva (ho fatto “copia e incolla”):

Berlusconi in groppa al suo cavallo PierFuria sta aspettando il verde
per attraversare la strada, quando una bambina su una bicicletta
nuova di zecca si ferma accanto a lui.

Bella bici- dice il Premier –
te l’ha portata Babbo Natale?

Certo che me l’ha regalata lui –
risponde la bimba.

Dopo aver scrutato la bicicletta, il Presidente del Consiglio
consegna nelle mani della piccina una multa da 5 euro.
La prossima volta – le dice – dì a Babbo Natale
di mettere sulla bicicletta una luce posteriore.

La bambina, per nulla intimorita, lo guarda e gli dice:
Bel cavallo, signore. Gliel’ha portato Babbo Natale?

Certo che me lo ha portato lui
risponde Silvio con aria stupita e divertita.

Allora – continua lei – la prossima volta dica a Babbo Natale che
i coglioni vanno sotto il cavallo, non sopra.

P.S.
Tutte le persone che ricevono la presente comunicazione hanno l’obbligo
civile e morale di trasmetterla ad almeno altre cinque persone.
Non sia mai che qualcuno lo votasse di nuovo …
Io la mia parte l’ho fatta.
(Giuseppe P.)

E così finiva la mail……

Silvio … non ce ne volere….

Annunci

11 thoughts on “… In groppa al suo cavallo…

  1. Equilibrist88 14 settembre 2006 / 13:45

    Ci credo che i tuoi studenti ti apprezzano. Sei proprio una bella persona, anche a me piacerebbe essere tuo allievo…
    Ciao Phil

    Mi piace

  2. gulliveriana 4 dicembre 2005 / 10:26

    Salve Phil,
    sono perfettamente d’accordo con te su come hai instaurato il rapporto con i tuoi studenti. Lo faccio anche io con i miei allievi anche se in un ambito diverso, quello della formazione professionale. Proprio da poco ho scambiato le mail con i miei ultimi allievi, professori delle scuole superiori. Ciò mi ha permesso di instaurare con loro un rapporto più umano con loro e di organizzare anche delle uscite insieme. Detto ciò sono contenta che ti sia ripresa, la vita fortunatamente riserva sempre qualcosa di buono.
    Infine, la barzelletta mi ha fatto davvero ridere. la manderò ad un mio corsista che detesta Berlusconi…
    Un abbraccio

    Mi piace

  3. ooohopla 3 dicembre 2005 / 18:37

    Cara Phil,

    Che bellissima barzelletta!!! Grazie della condivisione…anche dei momenti di disperazione, che fanno parte della vita a tutti gli effetti. Basta saperli tenere a bada…un abbraccio

    Mi piace

  4. sulfureo 2 dicembre 2005 / 19:50

    Questo post mi ha fatto sorridere, che dico, meglio morire dal ridere e di questi tempi non è poco.
    Inutile dirti che mi fa molto piacere, sapere che tu abbia un simile rapporto con i tuoi studenti.
    Ciao

    Mi piace

  5. DocHuge 2 dicembre 2005 / 15:50

    Grazie per il commento… ^__^
    Mi fa piacere sapere che li leggi. Cerco di lasciare spazio alla mia creatività quando scrivo, anche se io non sono sempre soddisfatto del risultato (ma mi dicono che sono ipercritico riguardo me stesso).
    Quindi hai conosciuto qualcuno a cui è successo quello che ho narrato? E deduco che non ti sia molto simpatico? Interessante…

    A presto…
    DocHuge

    PS: ma adesso dove insegni?

    Mi piace

  6. doktormaster 30 novembre 2005 / 11:03

    “il signore dei tranelli” lo dovevo ancora vedere!!!
    confesso di essermi accasciato sulla scrivania in preda alle convulsioni del riso…
    🙂
    pur non essendomi ancora dedicato alla lettura degli altri post, devo dirti che il blog a prima vista mi sembra davvero interessante…
    passa sul mio, quando puoi!
    specie perché condividiamo vari interessi…
    ma… a proposito, dove insegni??
    perché… io sto studiando design allo IUAV, sono al primo anno… Non vorrei mai che tu fossi a mia insaputa una delle mie prossime prof!!
    😛

    Mi piace

  7. DocHuge 30 novembre 2005 / 11:01

    Ciao Phil… tutto OK?
    Devo ammettere che condivido in pieno il tuo pensiero riguardo il rapporto “prof” – allievo. Forse con una “prof” come te avrei continuato e non mi sarei stancato di studiare…

    A presto
    Doc

    Mi piace

  8. anonimo 30 novembre 2005 / 09:12

    Il rapporto con gli studenti è davvero che descrivi è davvero splendido. Hai ragione che l’università oltre alle mere conoscenze dovrebbe passare dei “valori” o per lo meno dovrebbe insegnare ad imparare.

    Per studiare regolette e informazioni di seconda mano, anche se utili, c’è sempre tempo; per imparare a vivere ONESTAMENTE (e qui torno in topic!) e ESSERE qualcuno (senza per questo AVERE qualcosa) oggi giorno credo sia l’esigenza primaria!

    Continua così!

    Yours

    Mauro aka Minstrel

    Mi piace

  9. walkerbho 29 novembre 2005 / 19:43

    Ciao Phil:era da tempo che mancavo dal tuo blog e lo trovo intriso di tanta solarità e di nuova linfa,questa sera devo dire che sono contento,soprattutto di vedere che una persona come te sta ritrovando di nuovo gusto allo scherzo e va avanti nel cammino della vita.

    Ciao un abbraccio

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...