Libertà

Il grado di libertà di un uomo

si misura

dalla grandezza dei suoi sogni

********

A volte succedono cose strane

un incontro  un sospiro  un alito di vento

che suggerisce nuove avventure

della mente e del cuore

il resto arriva da solonell’intimità dei misteri del mondo

  (Alda Merini)

 

 

Annunci

11 thoughts on “Libertà

  1. Equilibrist88 11 luglio 2006 / 00:36

    E’ davvero splendido quel mare, ieri ho salvato l’immagine nel mio computer l’ho messa cm sfondo, ho spento le luci e l’atmosfera era davvero emozionante. sono stato mezz’ora a guardare quel meraviglioso spettacolo. Mi ha fatto emozionare di più qst foto che la vittoria dell’italia ai mondiali, anke perchè io nn sono molto tifoso. grazie, ciao ciao

    Mi piace

  2. ruckert 30 agosto 2005 / 17:33

    che mare che mare che mare!! splendide foto phil 🙂

    Ciao

    ps
    splendida anche la merini chiaramente

    Mi piace

  3. ilianetto2 25 agosto 2005 / 17:07

    E’ sempre un piacere incontrare un’artista completa, come leggo di te, e ancora di più scoprire dei gusti estetici in comune: amo molto Alda Merini per la sua essenza vitale anche nei momenti più bui della sua tormentata, ma piena vita, amo i suoi versi intrisi delle sue esperienza.
    Ciao. Ilia

    Mi piace

  4. gulliveriana 23 agosto 2005 / 19:03

    Mi piace l’accostamento immagine aforisma e poesia.

    OT
    grazie di essere passata. Mi fa piacere che anche tu apprezzi la musica di Tenco. Avremo modo di scambiarci punti in comune.

    Mi piace

  5. sulfureo 23 agosto 2005 / 20:48

    Profondo e armonioso il tuo post,
    a pensarci -… E’ la libertà  del sogno che fa grande l’uomo.-

    Affascinante il tuo modo di comunicare, l’intreccio immagine parole, davvero sempre molto espressivo e profondo, mi danno respiro
    e già  questo è molto.
    Ciao

    Mi piace

  6. lefoujumeau 23 agosto 2005 / 10:52

    Ho imparato a sognare,
    quando inizi a scoprire
    che ogni sogno
    ti porta più in là
    cavalcando aquiloni,
    oltre muri e confini
    ho imparato a sognare da là
    Quando tutte le scuse,
    per giocare son buone
    quando tutta la vita
    è una bella canzone
    C’era chi era incapace a sognare
    e chi sognava già

    Tra una botta che prendo
    e una botta che dò
    tra un amico che perdo
    e un amico che avrò
    che se cado una volta
    una volta cadrò
    e da terra, da lì m’alzerò

    C’è che ormai che ho imparato a sognare non smetterò
    Tratto da “Ho imparato a sognare” – Negrita

    Mi piace

  7. ooohopla 22 agosto 2005 / 18:19

    Cara Phil,

    Condivido in pieno la tua riflessione e mi piace moltissimo l’accostamento che fai tra l’aforisma e i versi della Merini. La trovo, se vuoi, una variazione sul tema della memoria, su cui hai postato cose tanto interessanti nel mio blog.
    Grazie tanto…

    Mi piace

  8. Glisbille 21 agosto 2005 / 19:06

    Due cose particolari e rare, due mie passioni, le ho trovate tra le pagine di questo blog: Prevert, il mio poeta preferito, e Feuerbach il mio filosofo preferito….
    Complimenti davvero….

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...