Ti ho aspettato …

Ti ho aspettato

Ti ho aspettato

qui … in riva al mare…

onda dopo onda

ma non sei venuto…

amore dei miei sogni…

amore delle mie speranze…

amore della mia vita…

amore …

Ti ho regalato

tutte le conchiglie

che il mare aveva lasciato a riva

con dentro tutti i suoi suoni, le sue melodie…

riverbero del battito del mio cuore…

ma non le hai volute.

Ho chiesto ai gabbiani

di insegnarmi il loro volo libero

per volare con te

ad ali spiegate…

ma tu…hai detto

di aver paura di volare…

Ho contato ogni granello di sabbia

nell’attesa di sentirti sussurrare…

ti amo…

ma ho udito solo

il suono freddo del vento…

Ho scrutato l’orizzonte

là dove s’incontrano

il mare e la volta del cielo

una linea sottile li separa

quella linea sottile che separa te da me…

Ho lasciato alle mie spalle il mare

ritornando sui miei passi…

ogni passo un nodo

ogni passo dolore

ogni passo il rifiuto

ogni passo la solitudine

ogni passo il silenzio

ogni passo il vuoto

ogni passo il niente

ogni passo il tuo “no”

no… no… no…

no… no…

no…

Spaccami il cuore …Amore….

spaccami il cuore…

mentre naufrago nella tua assenza. 

Annunci

14 thoughts on “Ti ho aspettato …

  1. iquattroquarti 27 maggio 2005 / 10:58

    Fa più male andarsene che continuare ad aspettare. Ma l’illusione logora poi con il tempo. Meglio andarsene. Se vorrà  raggiungerti, saprà  seguire le tue orme sulla sabbia.
    Sivi

    Mi piace

  2. anonimo 23 maggio 2005 / 14:30

    Ami una persona del genere? Nn merita nulla! Ha ragione zaccaria:un bel vaffa!
    Francy

    Mi piace

  3. walkerbho 22 maggio 2005 / 22:59

    Le tue parole sono battiti di ali di gabbiani,complimenti davvero,spero solo che lui sappia meritare queste parole .

    Un abbraccio Salvo

    Mi piace

  4. sulfureo 21 maggio 2005 / 20:24

    Amare non è mai cosa banale e il mal d’amore a volte eleva ancora di più il suo intrinseco valore.
    Ciao e buon weekend

    Mi piace

  5. parolenondette2 21 maggio 2005 / 17:35

    E’ giusto continuare ad aspettare Philo?
    Dimmi, è giusto?
    O nell’attesa perdiamo il meglio di noi stessi e della vita?
    Io non lo so…e continuo ad attendere.
    Un abbraccio.

    Mi piace

  6. Cosette 21 maggio 2005 / 16:21

    credo che l’attendere sia un momento di costruzione per ogni individuo. Al contrario di quanto altri ti diranno, credo che l’attesa, l’attendere non ha tempo, non finisce quando si decide (razionalmente) di non attendere più perchè qualcuno ci ferisce o non ci vuole. Diffido molto di chi DECIDE(razionalmente) di non attendere più, o di chi decide di essere indifferente, perchè non si può decidere di esserlo o di non esserlo più…lo si è, o non lo si è, ma non lo si decide, pena il rischio di prendersi in giro…con fiducia Cosette

    Mi piace

  7. Becausethenight 21 maggio 2005 / 12:30

    A volte è solo dopo un rifiuto che si viene a conoscere veramente la persona di cui si era (o si credeva di essere) innamorati… a volte il cuore deve lasciare il posto al cervello, cara Phil, come tu m’insegni… e come mi ha insegnato la mia dama.

    Amor proprio, Phil, questa è la via.

    Winslow.

    Mi piace

  8. Zaccaria 21 maggio 2005 / 10:29

    Beh. Alla fine altro che aspettare. Doveva scattare un vaffa da competiizone. E amen. L’amore è reciprocità  sennò ti fiacca e basta. Zac

    Mi piace

  9. anygel 21 maggio 2005 / 09:33

    chissà . qualcuno ha detto che sulla riva del mare si vedono gli angeli, a volte. è un posto fatto per aspettare..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...